Dina Ferrorelli


“Sono venuta alla luce sul finire dell’estate mentre campi e giardini si vestivano dei colori smaglianti dell’autunno. Era il 3 settembre del ’55, fervevano i preparativi per la festa cittadina. Mi sono tuffata in tanta bellezza fino a riconoscere i richiami del vento, il profumo dei mattini di rugiada, le prime gocce di pioggia sull’erba dorata, il mormorio delle acque, le delizie dei primi frutti, i fulmini e le tempeste. Come non essere innamorati della vita! L’impegno, lo studio, il lavoro, l’essere figlia, madre e poeta mi hanno permesso di vivere ogni giorno con lo sguardo negli occhi del mondo, per ritrovarmi in ogni uomo, in ogni donna di ieri, di oggi e di domani. In cammino sui sentieri della poesia, punta di diamante sul cristallo vivo del cuore fino a darle luce.”

Tratto da “Mattino di girasoli”

Libri pubblicati: Mattino di girasoli